TORREMOLINOS: cosa vedere oltre alle spiagge

Scopriamo oggi cosa vedere a Torremolinos, cittadina della Costa del Sol che ha vissuto il suo periodo d'oro negli anni '60 e '70 quando divenne una mecca del turismo vacanziero per molte celebrità di Hollywood.

Di fronte al boom mediatico e all'attrazione di massa dei turisti provenienti da tutta Europa, questo ex villaggio di pescatori si è completamente trasformato con la straripante costruzione di alberghi ed edifici in riva al mare.


Torremolinos combina bellissime spiagge di sabbia dorata con ottimi ristoranti e locali notturni. Il suo centro storico è interessante e merita una passeggiata perdendosi tra i suoi vicoli.

La città costiera di Torremolinos si trova nel cuore della costa di Malaga, molto vicino ad altri luoghi di interesse come Benalmádena, Estepona, Málaga, Nerja e Almeria.


Ma entriamo nel dettaglio!


La Torre Pimentel

La Torre de los Molinos, in seguito chiamata Torre Pimentel, in omaggio a un militare che aiutò i Re Cattolici a conquistare Malaga alla fine del XV secolo, dà origine al nome della città. Si trova tra Calle San Miguel e Cuesta del Tajo, sulla strada che porta alla spiaggia di Bajondillo.


La Torre Pimentel è stata costruita più di 700 anni fa, intorno al 1300, e la sua posizione in cima a una rupe non è casuale: è stata costruita per far parte dell'ampia rete di torri difensive sviluppate dai Nasridi lungo la costa a sud della penisola iberica. Fu di importanza cruciale per il Regno di Granada, che dominò la provincia di Malaga tra il XIII e il XV secolo.


La Torre Pimentel è costruita con fango, è alta dodici metri, ha una base solida e due piani, finestre e un ampio terrazzo. Da lì le guardie del Regno di Granada assistevano all'arrivo di possibili intrusi via mare. Basta chiudere gli occhi per immaginare le vedette che fissano l'orizzonte giorno e notte.

Intorno alla Torre Pimentel si creò un piccolo e umile quartiere di mugnai che, con il tempo, sarebbe diventato la moderna Torremolinos. In effetti, questo monumento è oggi un punto di riferimento storico nel cuore della città. Al momento, il suo interno non è visitabile.


Passeggiata nel centro storico e commerciale

A pochi minuti a piedi dalla Torre Pimentel, troverai Calle San Miguel, una zona pedonale piuttosto caratteristica dove puoi trovare un gran numero di negozi di souvenir, abbigliamento, prodotti gastronomici della regione, gioielli, ecc.

In questa zona si tengono solitamente mercatini, eventi e mostre. Inoltre, molto vicino si trova la Plaza de la Costa del Sol, un'enorme piazza dove si incontrano gente del posto, turisti e artisti di strada, essendo una delle zone più vivaci della città. In questa piazza ci sono molte sculture, un luogo emblematico che devi assolutamente visitare è l'Arco dei Baci.


Zona LGBITQ

Torremolinos è conosciuta come la capitale gay della Costa del Sol, poiché il primo bar gay è stato aperto qui nel 1962. Questo locale esiste ancora e si trova tra La Nogalera, Pueblo Blanco e la spiaggia di Bajondillo.


Casa de Los Navajas

Negli anni '20 e '30, insieme alle prime strutture alberghiere come il Parador de Montemar o il Castillo del Inglés (hotel residence Santa Clara), alcune famiglie benestanti scelsero Torremolinos come seconda casa. Furono così erette case ed edifici, alcuni dei quali di singolare interesse architettonico, come quello della famiglia Navajas, vicino a Bajondillo, o quello di Huerta del Rincón, a Carihuela -quest'ultimo di proprietà privata-. La Casa de los Navajas è molto vicina alla spiaggia di Bajondillo e vi si accede dall'omonima strada o da Las Mercedes. Apre tutti i giorni, con ingresso gratuito.


Fu costruito nel 1925 e apparteneva alla famiglia Luque-Navajas, legata al commercio della canna da zucchero, allora feconda alla foce del fiume Guadalhorce. Questa industria è stata favorita dall'irrigazione che ha portato l'acqua a Malaga, una grande opera di ingegneria che ha deviato il liquido che si è trasferito ai mulini di Torremolinos per portarlo nella capitale, e quindi collaborare alla sua modernizzazione.


Matrimoni e altre cerimonie si tengono nel palazzo in stile neo-mudejar con tocchi mozarabici. Ospita anche varie mostre, concerti e teatro, motivo per cui è diventato un edificio storico da non perdere a Torremolinos.


Parque de la Bateria

È uno dei polmoni della città, con molteplici opzioni per il tempo libero e il divertimento

Il Parco La Bateria è il luogo perfetto per staccare la spina, dimenticare l'asfalto e godersi la natura senza lasciare la città. Situato a nord di La Carihuela e vicino alla fermata del treno di Montemar Alto, il parco La Bateria ha più di 74.000 metri quadrati per il tempo libero, lo sport e il divertimento in famiglia. Ha più di mille alberi, di 25 specie diverse.

La principale attrazione del parco è il suo lago artificiale di oltre 9.000 mq, nel quale è possibile navigare grazie ad un servizio di noleggio barche ad un prezzo contenuto. C'è anche una magnifica giostra in stile veneziano, con quasi 50 figure di giraffe, cavalli, carri allegorici e casette per il divertimento dei più piccoli.


Dispone inoltre di una torre di avvistamento alta 15 metri, una rete di sentieri, un'area per esercizi fisici, una pista ciclabile, una pista da jogging e un'ampia area giochi per bambini.


Il suo nome deriva dall'antica batteria difensiva costiera che qui aveva sede. Sono infatti ancora visibili alcuni cannoni di artiglieria e due bunker sotterranei. Il parco La Bateria ha 150 posti auto intorno e un ingresso principale. Non è consentito l'accesso con animali domestici.


Giardino Botanico Molino de Inca - Complesso Los Manantiales

In questa oasi di tranquillità e natura si trovano quasi mille specie vegetali!

Il complesso si trova sul Camino de los Pinares, vicino al Molino de Batán e El Pinar de los Manantiales, vicino al parco acquatico, vicino all'autostrada, alla periferia della città. Si può raggiungere a piedi o con il proprio veicolo.


La storia del comune è senza dubbio legata a quella dei mulini. Si hanno testimonianze del suo utilizzo da diversi secoli, grazie al fatto che le varie sorgenti della zona ne hanno reso possibile lo sviluppo. Alcuni venivano usati per macinare la farina, altri per la produzione di carta. Il Mulino Inca, il più antico, veniva usato per la farina. Oggi questo luogo storico ospita un bellissimo giardino botanico di oltre 40.000 mq, un paradiso per gli amanti della natura e un luogo tranquillo dove assaporare la calma, che ospita anche numerose specie di uccelli. Nelle pinete circostanti sono presenti anche fontane funzionanti.


Riabilitato nel 2003, l'Orto Botanico conta quasi un migliaio di specie vegetali, tra cui spiccano 150 varietà di palme, 300 alberi e circa 400 arbusti che possono essere osservati da vari punti di vista. Convivono una dozzina di uccelli diversi, alcuni dei quali esemplari unici nel paese. C'è anche una replica dell'antico Mulino Inca, che funziona grazie a un complesso sistema che sfrutta la forza dell'acqua.


Inoltre, il complesso Los Manantiales dispone di un giardino giapponese unico di circa 500 metri quadrati che riproduce su un pendio roccioso un'area paesaggistica con colline e laghi tipici del paese del sol levante (Tsukiyama).


La Senda Litoral

La Senda Litoral è un grande camminamento su passerelle di legno fronte mare che può percorrersi a piedi o in bicicletta e che collega i due estremi della costa di Malaga, da Estepona a Nerja, e Torremolinos ne fa parte! Un bellissimo percorso che attraversa spiagge, scogliere, passeggiate e luoghi di natura eccezionale. La tappa numero 6 attraversa Torremolinos. Ecco il link per scaricare la mappa ufficiale di questo sentiero: Senda Litoral.


Questo percorso fa parte di un progetto più ambizioso che vuole collegare l'intero arco del Mediterraneo, dalla Spagna alla Grecia (rotta denominata E-12). Il Senda Litoral costeggia il mare attraverso le sei spiagge di Torremolinos e poco più di 6 chilometri: Los Álamos (1569 metri), Playamar (1106), El Bajondillo (1292), La Carihuela (1292), Playamar (488) e El Saltillo (500).


El Morro

Questo magnifico monumento naturale è visibile praticamente da qualsiasi punto della costa di Torremolinos. L'immensa area che occupa La Punta o Morro funge da punto intermedio della città, la divide in due metà e fa da confine naturale tra due delle spiagge più famose della città: La Carihuela e El Bajondillo. In precedenza fungeva da confine fisico tra le due aree, ma un'estensione della passeggiata consente di passeggiare lungo il mare e godere di un percorso unico lungo il Mediterraneo.


Sfruttando il belvedere naturale sulla cornice di travertino, nel XVIII secolo fu collocata una batteria difensiva. Successivamente fu acquistato e ristrutturato ad uso abitativo tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX secolo da un soldato inglese di nome George Langwhorty e trasformato in uno dei primi stabilimenti alberghieri della Costa del Sol con il nome di Hotel Santa Clara .


Gala Dalí, compagna e musa del grande pittore spagnolo, ha posato nel primo topless documentato graficamente nella storia della Spagna nel 1930 a La Punta de Torremolinos.


E se dopo la passeggiata vuoi andare a farti un tuffetto in una delle tante spiagge di Torremolinos, leggi qui sali sono le spiagge più belle di questo paesino della Costa del Sol!


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Chi siamo

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

Ciao!

Siamo Alessandro e Martina, due viaggiatori incalliti che hanno deciso di fare della loro vita un viaggio senza fine guidati dal fidato Mammuth, un camper del 1987.
Su questo blog troverai tantissimi consigli e informazioni che scaturiscono dalla nostra grande passione: viaggiare. In particolare vogliamo condividere le coordinate GPS di tutte le nostre soste in camper in giro per l'Europa.

Se non ci segui sui social 
ci conosci a metà

  • Instagram
  • Facebook
  • YouTube
  • TikTok

Scopri le coordinate Gps delle nostre soste

14294.png