Malaga in un giorno: itinerario a piedi e sosta camper

Se pensate che non valga la pena visitare la Costa del Sol, probabilmente non siete mai stati a Malaga. Questa città è infatti il perfetto connubio tra storia, arte contemporanea e movida, tra passato e presente! Qui è nato Picasso e qui sta nascendo una fervente relatà artistica contemporanea che spazia tra gallerie d’arte e Street art sui muri dei palazzi nel quartiere di Soho.

Inoltre la vita notturna, dal carattere tipicamente spagnolo, potrebbe mettere a dura prova anche il re della movida, mentre il panorama gastronomico spazia dai ristoranti stellati ai vivaci tapas-bar fino ad arrivare ai chioschi deliziosamente malandati che vendono specialità locali a base di pesce.

Strada principale di Malaga, in Andalusia. Addobbi natalizi 2021
Malaga

 

DOVE SOSTARE IN CAMPER PER VISITARE MALAGA? Noi abbiamo sostato per un paio di giorni presso l’area attrezzata CAMPER AREAS M&H (Gps:36.716343N, 4.23800W) a 20 km dalla città. Per arrivare a Malaga basta prendere l’autobus (biglietto €1,70 a tratta) a pochi passi dall’area sosta. Il tragitto dura circa mezz’ora senza traffico. I costi sono questi: 10€ a notte, 3€ l’elettricità 10A, wifi gratis fino alle 21:00, docce 1 per 5 minuti, lavatrice 4€ per 60 minuti, noleggio biciclette 3€/24h, lavaggio del camper 4€. Le piazzole sono abbastanza spaziose, separate da piccole staccionate e con poca ombra. Il posto è gestito da una simpatica e gentile signora che, nel suo piccolo shop, vende anche pane caldo (1€), cornetti (1€), gelati, caffè (1€), vino, birra (1€), lasagna (10€ per due persone), paella (10€ per 2 persone) e pizza (6€)


C’è un’altra possibilità di sosta, sempre fuori Malaga. Si tratta dell’area attrezzata MALAGA BEACH ma quando siamo andati noi era piena quindi non abbiamo potuto provarla. Vi lasciamo comunque le coordinate: 36.713328N, 4.317404W


RICORDA CHE I GPS DI TUTTE LE NOSTRE SOSTE IN SPAGNA PUOI TROVARLI GRATUITAMENTE QUI

 

Un po’ di storia

Il nome Malaga deriva da malaka, che significa “sale”, denominazione data alla città dai fenici nell’VIII secolo a.C. con riferimento al metodo locale di conservazione sotto sale del pesce. In epoca romana la città divenne un importante porto per l’esportazione dell’olio d’oliva e di garum (condimento a base di pesce), ma anche di rame, piombo e ferro provenienti dalle miniere sui monti intorno a Ronda. Malaga continuò a prosperare sotto il dominio islamico e resistette fino al 1487 contro le armate degli invasori cristiani. Infine, durante la guerra civile spagnola, questa incredibile città riuscì a tener testa alle forze fasciste di Francisco Franco.


Itinerario a piedi di un giorno

Quello che vi proponiamo è l'itinerario a piedi che abbiamo fatto noi stessi per visitare le principali attrazioni della città. C'è da dire che noi siamo abituati a camminare molto e che percorrere tanti km a piedi non ci spaventa. In questo caso a fine serata avevamo i piedi davvero cotti e le gambe doloranti ma non c'è mai stato un passo che non sia stato accompagnato da stupore e meraviglia!



1. Soho e Museo di arte contemporanea

Il nostro itinerario parte nella zona porto perché abbiamo preso l'autobus per arrivare la centro città. Abbiamo cercato di creare un itinerario circolare e siamo partiti da Soho, il quartiere famoso per la street-art! Le strade di questo quartiere sono diventate la tela di lavoro di molti artisti provenienti da tutto il mondo. Artisti che con le loro performance hanno trasformato Soho in una galleria d'arte a cielo aperto.


Uno dei murales che riempiono i muri degli edifici del quartiere di Soho a Malaga
Street art di Soho Malaga


2. Mercato Centrale di Atarazanas

Calle Atarazanas; aperto dalle 8 alle 15 dal lunedì al sabato

La seconda tappa è il mercato cittadino, che si trova in uno splendido edificio ottocentesco dalla struttura in ferro che incorpora l'originale porta ispanico-molesta che un tempo collegava la città al porto. La magnifica vetrata policroma raffigura siti ed episodi storici della città. Qui potrete gustare una gran varietà di specialità andaluse, mangiare coloratissimi frutti esotici o sedervi ai tavolinetti fuori e ordinare il pesce freschissimo, preso direttamente dal banco e cotto all'istante per voi!


Una delle tante bancarelle stracolme di frutti tropicali che si incontrano passeggiando per il mercato Atarazanas di Malaga
Mercado Atarazanas, Malaga


3. Cattedrale

Calle Molina Lario. Ingresso €10,00 inclusa la visita sul tetto da cui vedere tutta la città dall'alto. Gli orari cambiano in base alla stagione quindi vi consigliamo di visitare il sito internet www.malagacatedral.com

Spostiamoci ora verso il centro cittadino e, attraversando alcune delle vie principali di Malaga, arriviamo alla Cattedrale. Bella, possente e senza dubbio incantevole, la Cattedrale de la Encarnacion di Malaga resta l’attrazione più bella della città. Da fuori è davvero immensa con delle lavorazioni sulle pareti uniche. L’ingresso della Cattedrale è in una piccola piazza schiacciato tra gli edifici da non rendere l’idea di trovarsi di fronte a una Cattedrale gigantesca. La Cattedrale sorge dove un tempo si trovava l’antica Moschea, la facciata è rimasta incompiuta come anche la sua torre da qui deriva il nomigliolo “la Manquita”.




4. Museo Picasso

Calle San Augustin, 8. Per biglietti e orari consigliamo di consultare il sito internet www.museopicassomalaga.org

Dopo aver visto il panorama dall'alto di tutta la città, c'è bisogno di un po' di arte moderna, così ci dirigiamo verso l'incantevole Museo Picasso. Questo museo è stato per noi una meta imperdibile perché Malaga è la città natale di Picasso. Il museo è stato inaugurato solo nel 2003 e contiene oltre 200 opere donate dalla moglie di Paul, il primogenito dell'artista. Passeggiare per le stanze con i quadri cubisti appesi è una grandissima emozione!


Malaga è la città natale di Pablo Picasso
Museo Picasso Malaga


5. Teatro Romano e Alcazaba

Calle Alcazabilla. www.malagaturismo.com

A pochi passi dal Museo Picasso, ecco ergersi il teatro romano e, alle sei spalle, l'Alcazaba. Se non avete tempo o non siete riusciti a prenotare la visita all'Alhambra di Granada, l'Alcazaba di Malaga può essere un'affascinante alternativa in scala ridotta. L'entrata è accanto al teatro romano da cui un sentiero tortuoso sale tra la vegetazione ricca e colorata.


Teatro Romano e Alcazaba di Malaga

6. Castello di Gibralfaro

Camino de Gibralfaro - www.malagaturismo.com

E ora si continua a camminare per raggiungere la cima della collina, dove si trova il Castello di Gibralfaro. Questo castello si trova in posizione spettacolare sulla collina che domina la città. E' una testimonianza del passato arabo di Malaga ma purtroppo delle sue origini non resta molto, sicuramente vale la visita se siete amanti dei panorami dall'alto. La strada per arrivare è piuttosto ripida e si snoda tra rigogliosi giardini attrezzati e punti panoramici sulla città.


Castello di Gibralfaro di Malaga

8. Centre Pompidou

Pasaje Doctor Carrillo Casaux, Muelle Uno www.centrpompidou.es

Infine, per terminare la nostra giornata, andiamo verso il porto e tuffiamoci nei colori del Centre Pompidou. Inaugurata nella zona del porto, questa filiale del Centre Pompidou di Parigi è ospitata in un basso edificio moderno sormontato da un vistoso cubo in vetro dai tanti colori. All'interno le opere ospitate sono molte e importanti. Tra i nomi degli artisti spiccano Frida Kahlo, Francis Bacon e Antoni Tapies. Il complesso ospita inoltre installazioni audiovisive, "teste" parlanti e mostre temporanee.

Approfittate della visita al Pompidou per passeggiare nella zona del porto, fortemente riqualificata per far fronte al crescente numero di passeggeri delle navi da crociera che visitano la città. Lungo la banchina si snodano ampi viali pedonali fiancheggiati da palme, negozi, bar, ristoranti e un piccolo acquario pensato per i bambini.




E PER TERMINARE, NON LASCIATEVI SFUGGIRE UN GIRO PER TAPAS-BAR! Cliccate qui per scoprire quali sono i

⭐️⭐️⭐️verso l'infinito e oltre⭐️⭐️⭐️

150 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Chi siamo

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom

Ciao!

Siamo Alessandro e Martina, due viaggiatori incalliti che hanno deciso di fare della loro vita un viaggio senza fine guidati dal fidato Mammuth, un camper del 1987.
Su questo blog troverai tantissimi consigli e informazioni che scaturiscono dalla nostra grande passione: viaggiare. In particolare vogliamo condividere le coordinate GPS di tutte le nostre soste in camper in giro per l'Europa.

Se non ci segui sui social 
ci conosci a metà

  • Instagram
  • Facebook
  • YouTube
  • TikTok

Scopri le coordinate Gps delle nostre soste

14294.png